i bolli delle colonie
Il catalogo online dei francobolli per le colonie del Regno d'Italia



Eritrea - Scheda generale

La Colonia Eritrea fu proclamata ufficialmente l'1 gennaio 1890. Comprendeva la zona costiera del Mar Rosso da Capo Kasar (Costa francese dei Somali, odierna Gibuti) a Capo Dajmerak e i territori interni sino all'incerto confine con l'Abissinia (nome italiano dell'Etiopia) a sud e ovest, e a nord con il Sudan Anglo-Egiziano. La sede del governo venne trasferita da Massaua ad Asmara nel 1900.
Il sistema monetario era quello italiano, ma nelle transazioni commerciali, veniva anche utilizzato il tallero d'argento di Maria Teresa, sostiutuito dal tallero d'Italia nel 1818.

Tallero di Maria Teresa
Tallero d'Italia

Il servizio postale italiano ebbe inizio ad Assab, nel marzo 1882 e si estese a Massaua con l'occupazione, il 5 febbraio 1885, da parte dei bersaglieri del col. Saletta a bordo del "Gottardo".

Splendido documento di storia postale. Affrancatura con francobollo da 20c. annullata "BAIA DI ASSAB" (1884)

Dapprima furono adoperati i francobolli italiani con la soprastampa "Estero", successivamente quelli in corso in Italia (ordinari, espressi, per pacchi, segnatasse) che restarono in uso anche alcuni anni dopo l'emissione dei francobolli speciali, con soprastampa "Colonia Eritrea" (1 gennaio 1893). Dal 1936 vi furono anche usati francobolli di Etiopia e Somalia, quindi dell'A.O.I. (Africa Orientale Italiana) della quale l'Eritrea era divenuta parte.

Una curiosità filatelica. Bollo con falsa soprastampa di Assab del 1879. Fece la sua comparsa prima che fosse istituito un ufficio postale italiano nelle baia omonima ed è ritenuto tra i primi falsi per le colonie italiane.

Link Utili

Uffici Postali all'Estero (dagli speciali di Filatelia&Francobolli)
I primi anni del colonialismo italiano in Africa (dal sito Cronologia.it)


TORNA SU

C'è qualcosa che non va in questa pagina? Vuoi dare un tuo contributo?
Contattami. Anche un piccolo appunto può servire a far grande questo sito